Statistiche sito
Vai al CarrelloTotale 0,00 €
Carrello vuoto
Mostra il Carrello
×
 x 

Carrello vuoto

Iscriviti alla Newsletter

Seleziona la patologia
accetto la Privacy Policy

La nostra Storia

Lydda Wear è un’azienda italiana fondata da Pier Giorgio Silvestrin che da oltre 15 anni studia, progetta e realizza capi d'abbigliamento specifici per persone diversamente abili nell’ottica del “Design for All”.

prodotti lyddawear

 

Lydda Wear nasce nel 1973 come azienda di confezione tradizionale dove si realizzavano capi d'abbigliamento in conto terzi per note marche d'abbigliamento.

Verso la fine degli anni '80 è avvenuto il classico passaggio generazionale da padre in figlio il quale verso i primi anni '90 inizia timidamente a industrializzare quello che padre e madre facevano sartorialmente per il fratello paraplegico.

”Mia madre voleva vestire mio fratello con dei pantaloni "perfetti" e questo il mercato tradizionale non lo offriva. Lei li voleva "alti dietro e bassi davanti" e quindi a sgridare mio padre che con metro, gesso e forbice impostava i primi modelli per mio fratello”.

Queste le parole di Pier Giorgio quando gli chiedono quale sia stata l’ispirazione che contraddistingue tutti i capi Lydda Wear.

Nel 1993, assieme alla moglie Cathia, partendo da una piccola collezione timidamente cominciano a frequentare qualche fiera specifica nel settore ortopedico-sanitario.

Pier giorgio Silvestrin e Cathia si rendono però subito conto che il tutto andava stretto poiché i loro risultavano essere a tutti gli effetti dei veri e propri capi d'abbigliamento e non dei "semplici ausili".

Nel 1997 mettono online il primo sito web: ecco nasce ufficialmente Lydda Wear.

Nel 2000 superano i 500 clienti effettivi.

Nel 2004 salgono a quota 1.600, una crescita esponenziale che li ha portati allo sviluppo di un vero e proprio sito di e-commerce e all'acquisto di una stazione CAD per la realizzazione dei modelli direttamente con il computer. L’e-shop è stato creato per garantire ai clienti prodotti utili a migliorare la qualità della loro quotidianità.

Nel 2010 raggiungono quota 5.000: per Pier Giorgio Silvestrin grandi riconoscimenti da parte dei media con la vincita del Sodalitas Social Award e servizi televisivi su RAI3.

Nonostante questi buoni traguardi, il lavoro di Lydda Wear prosegue con grande determinazione e con un'instancabile voglia di ricercare ad innovare, mantenendo sempre molto alto il livello qualitativo dell'offerta.
Grazie al grande impegno di Pier Giorgio, nel 2017 l'azienda viene selezionata per partecipare al progetto Botteghe Digitali, promosso da banca IFIS. Botteghe Digitali è il primo programma di accelerazione che dà racconto di come l’artigianato d’eccellenza del made in Italy può diventare manifattura 4.0.  

Centinaia di utenti in questi anni si sono affidati a Lydda Wear, permettendogli di crescere e sviluppare nuovi capi d'abbigliamento con soluzioni tecniche sempre più vicine alle loro esigenze.

 

La Community Lydda Wear

La nostra Community è dedicata a persone diversamente abili che non vogliono rinunciare a design, qualità & semplicità.

I modelli Lydda Wear sono stati realizzati quindi non solo da Pier Giorgio Silvrstrin e dallo staff dei tecnici presenti in ditta, ma soprattutto dal continuo flusso di informazioni che quotidianamente arrivano tramite e-mail, telefono o Facebook dai nostri clienti.

Lydda Wear è così riuscita a costruire nonché identificare delle modellerie specifiche per ogni singola patologia invalidante.

“Ad ognuno quindi il suo capo d'abbigliamento e cioè pantaloni, giubbotti, camicie, ecc. Siate pertanto Benvenuti nel nostro portale, e ricordatevi che non è importante acquistare ma suggerire - criticare - lodare - parlarne. Solamente così realizzeremo sempre nuovi accorgimenti che contribuiranno a diffondere il pensiero di Lydda Wear: abbigliamento accessibile, a prezzi accessibili, con soluzioni accessibili per gestire la quotidianità nel modo più semplice e pratico possibile."

Pier Giorgio Silvestrin

 

Il nostro concetto di “Design for All”

Sempre più frequentemente stiamo riscontrando che i prodotti pensati per l'utenza diversamente abile stiano incontrando i gusti e le esigenze dei normodotati secondo il concetto esteso del “Design for All” o "Universal Design".

Per tanti questo termine potrà risultare sconosciuto, ma per molti invece identifica prodotti tecnici studiati per una clientela particolare e quindi con caratteristiche specifiche - i cosiddetti prodotti di nicchia - che risultano essere molto pratici e comodi anche per i normodotati, anzi il più delle volte i prodotti nati per esigenze speciali trovano una ben più ampio gradimento tra la cosiddetta utenza ampliata.

Il miglior esempio che Pier Giorgio Silvestrin utilizza per spiegare meglio questo concetto è il pensare all'eliminazione delle barriere architettoniche per permettere alla persona disabile in carrozzina di poter accedere ovunque, ma queste soluzioni risultano essere molto pratiche e fondamentali anche per tutte quelle persone che si trovano a spingere un passeggino... se poi sopra il passeggino ci sono dei gemelli... beh la risposta ve la date da soli!! 

Se osservate quese immagini, tutte le persone indossano la stessa tracolla portaombrello + ombrello (in vendita qui): non è un ottimo esempio della filosofia "Design for all" di Lydda Wear? 

Persone con ridotta mobilità...

design for all lyddawear

 

Persone normodotate...

design for all  lyddawear

 

Pin It

Riconoscimenti

Lyddawear

Lydda Wear è l'unica azienda esistente in Italia che da oltre 15 anni studia, progetta e realizza capi d'abbigliamento specifici per chiunque sia seduto in carrozzina o per chiunque sia affetto da patologie invalidanti.

Migliaia di utenti in questi anni si sono affidati a Lydda Wear, permettendogli di crescere e sviluppare nuovi capi d'abbigliamento con soluzioni tecniche sempre più vicine alle loro esigenze.

Leggi tutto



Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.